Comune di Senorbì

Percorsi ed escursini nel territorio di Senorbì. 

Il territorio di Senorbì, con le sue strade di campagna, i suoi sentieri lungo la pianura e nelle colline, il suo paesaggio e l’ambiente che lo caratterizza rappresenta il percorso ideale per quelle persone che amano la natura, le escursioni e stare più in generale all’aria aperta.

Senorbì e la Trexenta offrono la possibilità ai loro visitatori di percorrere degli itinerari che combinano natura, cultura, sapori e tradizione. Nella zona è possibile fare delle lunghe passeggiate a piedi, in bicicletta o delle escursioni a cavallo. I periodi ideali per questo tipo di attività sono sicuramente l’estate e la primavera, dove la natura e il clima della zona offrono colori, profumi e paesaggi che incantano e affascinano. 

Durante le passeggiate in bicicletta è possibile visitare le zone ricche di storia che hanno caratterizzato Senorbì come la necropoli di Monte Luna, un sito archeologico ricco di storie e di leggende. Inoltre, sempre per gli amanti della bicicletta, è possibile percorrere un itinerario che permetterà di scoprire tutta la Trexenta, attraversando caratteristici paesi, e di godere a pieno della bellezza dei luoghi.

Le passeggiate e le escursioni a cavallo rappresentano un’altra attività che si può praticare a Senorbì. Il cavallo sta a testimoniare l’attaccamento di questo paese alle proprie origini, alla propria cultura e tradizioni. La passione dei senorbiesi per questo animale è fortissima, infatti sono ancora tante le persone che allevano dei cavalli.
L’amore per i cavalli e la passione per la propria terra ha fatto nascere a Senorbì un nuovo modo di pensare e fare turismo, quello appunto legato all’ippica. Il territorio consente agli amanti di questo sport di fare numerose escursioni, sempre diverse e sempre suggestive alla scoperta della natura, dell’arte e della cultura di cui Senorbì è ricca. Su questo tema l’associazione ippica senorbiese organizza un’interessante manifestazione, nel giorno di Santa Vitalia chiamata proprio Is Cuaddus de Santa Vida. Nelle campagne di Senorbì in quel giorno arrivano numerosi cavalieri provenienti da tutta la provincia di Cagliari che si sfidano al trotto percorrendo un tracciato che attraversa le campagne di Senorbì e si conclude con l’arrivo nell’antica Villa Aresu di Sisini.