SERVIZI SOCIALI - BONUS ENERGIA

Descrizione

E’ l’agevolazione che riduce la spesa sostenuta dai clienti domestici per la fornitura di energia elettrica.

A chi è rivolto

Possono fare richiesta del bonus elettrico per disagio economico, tutti i privati intestatari di un contratto di energia elettrica nell’abitazione di residenza con queste caratteristiche:
  • Contratto con potenza impegnata fino a 3 kW, per un numero di persone residenti fino a 4,
  • Contratto con potenza impegnata fino a 4,5 kW per un numero di persone residenti superiori a 4.
In più è necessario presentare una certificazione ISEE:
  • fino a € 8.107,50 per la generalità dei richiedenti,
  • fino a € 20.000 per i nuclei familiari con quattro e più figli a carico.
Il diritto al bonus non dipende dal servizio (maggior tutela o mercato libero) o dal venditore scelto, ma spetta a tutte le famiglie che ne abbiano i requisiti. Il bonus ha totale e gratuita portabilità.
Il bonus per disagio economico è riconosciuto per 12 mesi; dopo tale periodo, per ottenerne uno nuovo, si deve rinnovare la richiesta di ammissione.

Hanno diritto al bonus energia per disagio fisico tutte le famiglie, a prescindere della potenza impegnata, presso le quali vive una persona affetta da grave malattia, costretta ad utilizzare apparecchiature elettromedicali per il mantenimento in vita.

In questi casi, il titolare del contratto elettrico deve essere in possesso di un certificato ASL che attesti:
  • l'esigenza obbligatoria di utilizzare tali apparecchiature,
  • il tipo di apparecchiatura impiegata, 
  • l’indirizzo presso il quale è installata l’apparecchiatura,
  • la data a partire dalla quale il soggetto la utilizza.
 Le apparecchiature che permettono l’accesso al bonus devono essere indispensabili per le funzioni alimentare, respiratoria e/o urinaria del paziente.
Altri attrezzi quali ascensori, montascale, carrozzine, e tutte quelle che servono a funzioni diverse da quelle elencate, non danno diritto al bonus.
A partire da gennaio 2013, l’importo del bonus elettrico per disagio fisico viene stabilito in funzione al livello dei consumi e alla quantità di apparecchiature necessarie per il supporto vitale, tenendo conto così degli specifici bisogni ed esigenze dei clienti malati gravi.
 
Quest’agevolazione consente un risparmio pari a circa il 20% della spesa annua presunta (al netto delle imposte) per una famiglia tipo.

Modalità d’accesso

 
Per richiederlo è necessario compilare gli appositi moduli e consegnarli al proprio Comune.
I moduli sono scaricabili da questo portale o reperibili presso i Comuni.
Modulo A bis – Disagio Economico
Modulo B – Disagio Fisico
Modulo D – Fac simile certificazione ASL
Modulo E – famiglia numerosa
 
Tempi di attuazione
 
La domanda di bonus prima di tradursi nello sconto in bolletta deve superare una serie di passaggi di verifica che vengono effettuati da parte del Comune e di SGAte (Sistema
di Gestione delle Agevolazioni sulle Tariffe Energetiche), il sistema informativo on line che gestisce l'intero iter necessario ad attivare il bonus a favore dei cittadini in possesso dei requisiti.
Collegandosi al sito www.bonusenergia.anci.it, nella sezione riservata "Controlla on line la tua pratica"  è possibile verificare lo stato di avanzamento della propria richiesta.
Le credenziali (User ID e password) vengono rilasciate dal Comune o dal CAF presso cui si è presentata la richiesta per il bonus.
Per il disagio economico il bonus è riconosciuto per 12 mesi. Al termine di tale periodo, per ottenere un nuovo bonus, il cittadino deve rinnovare la richiesta di ammissione presentando apposita domanda.
 
Normativa
 
Delibera dell’Autorità per l’Energia elettricae il Gas n. 117 del 06.08.2008.
 
A chi rivolegersi
 
Comune di Senorbì
Via Lonis 34
Ufficio del Servizio Sociale – piano secondo
 

 

Recapiti  telefonici

Assistenti Sociali: 07098012314 – 07098012315
Istruttore Amministrativo: 07098012316

Responsabile del Procedimento C.Soi
 
E mail: servsociali@comune.senorbi.ca.it
Pec : sociale@pec.comune.senorbi.ca.it
 

torna all'inizio del contenuto